Siti di altri Paesi:

Attenzione

Le informazioni relative ai dispositivi medici presenti su questo sito sono rivolte esclusivamente ai professionisti sanitari all'interno dell'Unione Europea.

Facendo clic sul pulsante “Accetta e Conferma” assicuri di aver preso visione delle informazioni e di essere un professionista sanitario all'interno dell'Unione europea.

Immunoadsorbimento

Trattamento delle patologie autoimmune con tecniche aferetiche

Immunoadsorbimento
Immunoadsorbimento – terapia aferetica

Anticorpi o autoanticorpi e complessi immunitari circolanti svolgono spesso un ruolo chiave nei disordini autoimmuni.

Gli anticorpi come immunoglobuline di classe G, M, A o E possono avere un impatto molto negativo sulla salute del paziente. Questo è frequentemente associato all'attivazione o alla stimolazione agonistica dei meccanismi della superficie cellulare (ad es. fattori del complemento); o con blocco antagonistico di alcuni recettori.

L'aferesi terapeutica utilizza immunoadsorbitori per rimuovere gli anticorpi o gli immunocomplessi rilevanti dal plasma. Questo può alleviare i sintomi della malattia, anche in una fase acuta, e prevenire la progressione della malattia.

Massima capacità di trattamento con un adsorbitore multiuso

Come accade per tutte le tecniche extracorporee, il sangue del paziente viene inizialmente prelevato dal braccio o da una grande vena. Il passo successivo è quello di separare il sangue nei suoi componenti cellulari e plasma, mediante filtrazione o centrifugazione.

Il plasma viene quindi veicolato attraverso l'adsorbitore selettivo o semi-selettivo per la rimozione delle immunoglobuline desiderate.

Per molte malattie autoimmuni, è necessario rimuovere quanti più anticorpi possibile, il più rapidamente possibile.

Fresenius Medical Care offre sistemi sofisticati che utilizzano diversi tipi di immunoadsorbitori per soddisfare le esigenze di ogni singolo paziente. Ad esempio, l'applicazione di adsorbitori a uso multiplo (GLOBAFFIN) facilita una terapia molto potente in grado di eliminare in modo consistente un'alta percentuale di immunoglobuline, grazie a un processo di rigenerazione incorporato.

Fasi individuali per immunoadsorbitori a doppia colonna
Le singole fasi per la rigenerazione degli immunoadsorbitori a doppia colonna: GLOBAFFIN.

La riduzione delle IgG dipende dal volume plasmatico trattato

Il processo di rigenerazione garantisce che la riduzione degli anticorpi non è limitata dalla capacità di adsorbimento dell'adsorbitore. Inoltre, l'immunoassorbimento può essere adattato al volume plasmatico di ogni singolo paziente. Di norma, vengono trattate da 1,5 a 2,5 volte il volume plasmatico del paziente. Gli anticorpi IgG sono ridotti di ca. 61% dove viene trattato 1,5 volte il volume plasmatico e di ca. 87% nel caso di 2,5 volte il volume del plasma (figura 3). 1

Riduzione delle IgG e volume plasmatico
Sopra: riduzione media delle IgG (%) in base al volume plasmatico trattato (adattato da1)

Ampia gamma di applicazioni

La terapia di immunoassorbimento con GLOBAFFIN può potenzialmente trattare un'ampia gamma di patologie mediate da autoanticorpi.

Ciò è dovuto alla forte efficienza e selettività dei sistemi a doppia colonna rigenerabile di GLOBAFFIN.

I sistemi a doppia colonna si basano su questo principio: per eliminare gli anticorpi, un adsorbitore viene perfuso con il plasma, mentre contemporaneamente il secondo adsorbitore viene rigenerato.

Maggiori informazioni nelle indicazioni correlate.

Immuno aferesi con doppio adsorbitore
Il principio dell’immuno aferesi con doppio  adsorbitore. Per eliminare gli anticorpi, un adsorbitore viene perfuso con il plasma e contemporaneamente il secondo adsorbitore viene rigenerato.

Prodotti correlati

1. Belàk M, Borberg H, Jimenez C, Oette K: Technical and clinical experience with protein A immunoadsorption columns. Transfusion Science 1994; 15: 419–22.
2. Gjörstrup P, Watt R M: Therapeutic Protein A Immunoadsorption. A Review. Transfusion Science 1990; 11: 281–302