Siti di altri Paesi:

Attenzione

Le informazioni relative ai dispositivi medici presenti su questo sito sono rivolte esclusivamente ai professionisti sanitari all'interno dell'Unione Europea.

Facendo clic sul pulsante “Accetta e Conferma” assicuri di aver preso visione delle informazioni e di essere un professionista sanitario all'interno dell'Unione europea.

HighVolumeHDF

HighVolumeHDF - Fresenius Medical Care

HighVolumeHDF è Fresenius Medical Care

  • Riduzione del rischio di mortalità
  • Utilizzo ottimale delle risorse con la linea di prodotti CorDiax
  • Inferiori costi complessivi di trattamento

Benefici

Vantaggi della terapia

Ridotto rischio di mortalità con HighVolumeHDF

HighVolumeHDF — la terapia più avanzata a costi sostenibili

Uso ottimizzato delle risorse con la linea di prodotti CorDiax

HighVolumeHDF — inferiori costi complessivi di trattamento

Dalle aspettative alla dimostrazione concreta

Il nostro impegno a raggiungere i migliori risultati possibili per ogni paziente in dialisi ha alimentato la nostra passione per l’emodiafiltrazione (HDF).

Questo interesse si basa sulla ferma convinzione che la HDF è la migliore terapia per ogni paziente. La nostra convinzione nella HDF è ora ampiamente condivisa dalla comunità scientifica e supportata da evidenze. Negli ultimi anni diverse pubblicazioni hanno già confermato i benefici della HDF8,9,11,15.

Lo Studio Catalano sulla HDF ad alti volumi8 fornisce ulteriori prove sui benefici di questa terapia. Le rilevanti evidenze scientifiche sui significativi miglioramenti degli outcome clinici dei pazienti, combinate alla semplicità ed affidabilità del sistema 5008 CorDiax, sono ragioni convincenti per passare adesso alla HighVolumeHDF. E’ per questo motivo che per più di 30 anni abbiamo sviluppato prodotti per un’emodialisi cardioprotettiva, che ha portato alla linea di prodotti CorDiax – che supporta perfettamente l’applicazione della terapia HighVolumeHDF.

Una storia di dedizione alla HDF

Dall’Emodiafiltrazione alla HighVolumeHDF

La HDF è una tecnica di sostituzione della funzione renale che combina due principi: la diffusione e la convezione. Il processo convettivo è basato sull'ultrafiltrazione di elevate quantità di acqua plasmatica attraverso la membrana di dialisi. Ciò permette l'efficace rimozione dei soluti più grandi grazie alla convezione che si aggiunge al trasporto diffusivo di piccole molecole.

Per mantenere il bilancio dei fluidi è necessario rimpiazzare il volume di ultrafiltrazione, idealmente infondendo dopo il dializzatore, nella cosiddetta HDF post-diluizione.

In emodiafiltrazione il volume è importante

Studio

Lo Studio Catalano sulla HDF ad alti volumi8

Miglioramento della sopravvivenza

Confrontati con i pazienti mantenuti in emodialisi ad alto flusso convenzionale, coloro randomizzati all'emodiafiltrazione online ad alta efficienza in post-diluizione hanno mostrato una mortalità da tutte le cause significativamente inferiore.

Maggior benessere per il paziente

Riduzione dei costi di trattamento

Obiettivo dello studio:
Confrontare l'impatto dell’HDF online sull'HD in termini di sopravvivenza del paziente.

Disegno dello studio:
Trial controllato, multi-centrico, prospettico e randomizzato promosso dalla Società Catalana di Nefrologia

End-point dello studio:
La variabile dell’outcome primario era la mortalità da tutte le cause, e gli outcome secondari includevano la mortalità per cause cardiovascolari, le ospedalizzazioni da tutte le cause, la tolleranza al trattamento ed i dati di laboratorio.

Pazienti:
Lo studio ha arruolato 906 pazienti in emodialisi cronica, randomizzati per continuare l’emodialisi (n=450) o per passare alla emodiafiltrazione online in post-diluizione ad alta efficienza (n=456).

Dettagli dello studio

Prodotti

HighVolumeHDF è Fresenius Medical Care

5008 CorDiax e 5008S CorDiax: HighVolumeHDF come standard

Dializzatori FX CorDiax: design d’eccellenza

Online Purification Cascade (OPC): gestione intelligente della qualità dell’acqua

Argomenti correlati

1 Krick G, Ronco C (eds), Contributions to Nephrology (2011); 175: 93-109.
2 Canaud B., Contributions to Nephrology (2007); 158: 216-224.
3 Penne L. et al., Clinical Journal of the American Society of Nephrology (2010); 5: 80-86.
4 Davenport A., Nephrology Dialysis Transplantation (2010); 25: 897-901.
5 Pedrini L. et al., Nephrology Dialysis Transplantation, (2011); 26: 2617-2624.
6 Locatelli F. et al., Journal of the American Society of Nephrology (2010); 21: 1798-1807.
7 Bonforte G. et al., Blood Purification (2002); 20: 357-363.
8 Maduell F. et al., Journal of the American Society of Nephrology (2013); 24: 487-497.
9 Ok E., et al., Nephrology Dialysis Transplantation (2013); 28: 192-202.
10 Pedrini, L. et al., Nephrology Dialysis Transplantation (2011); 26: 2617-2624.
11 Grooteman M.P. et al., Journal of the American Society of Nephrology (2012); 23(6): 1087-96.
12 Canaud B. et al., Kidney International (2006); 69(11): 2087-93.
13 Mostovaya I.M. et al., Seminars in Dialysis (2014); 27(2): 119-127.
14 Peters S.A.E. et al., Nephrology Dialysis Transplantation (2016); 31: 978-984.
15 Basile C. et al., Journal of Nephrology (2017); 30(2): 181-186.